• Pubblicata il:
  • Autore: Sasha17
  • Categoria: Racconti trav
  • Pubblicata il:
  • Autore: Sasha17
  • Categoria: Racconti trav

A comprar vestiti -modificato-

All'età di 20 anni avevo un corpo e lineamenti molto femminile, magro, graziato e decisamente carino. Usavo un profumo da donna avevo un taglio di capelli che esaltava ulteriormente la mia femminilità, ero completamente depilato. Le mie sempbianze e il mio modo di fare erano talmente ambigui che spesso ero scambiato per una lei! In privato amavo travestirmi da donna e mi ero fatto centinaia di seghe e infilato ogni cosa nel sederino pensando a quando qualcuno mi avrebbe scopato. Ma fino ad allora non avevo mai avuto un vero rapporto con nessun uomo a parte una sera in cui avevo limonato con un ragazzo e ci eravamo palpati ovunque, ma nulla di più. Quel giorno andai in un negozio a cercare qualche capo da comprare. Normalmente amavo pantaloni stretti e magliette o maglioni larghi, era un abbigliamento che mi piaceva perché mi dava l'idea che fosse molto più femminile. Nel negozio c'erano pochissime persone, d'altra parte era una mattina infrasettimanale. Cominciai la ricerca dei capi da comprare. Avevo visto dei maglioni e cosi me li provai davanti ad uno specchio. A quel punto un signore sui 50/60 anni si avvicinò a poco a poco, facendo finta di scegliere dei maglioni nello scaffale accanto a dove ero io e disse.. "secondo me quello nero le sta molto bene...." "grazie" risposi. "ma potrei permettermi di consigliarle dei vestiti che si abbinano al suo profumo e al suo corpo...." Era evidente che stava facendo il cascamorto......ma mi sembrava un tipo tranquillo e serio e cosi mi lascia corteggiare, in fondo la cosa era piacevole. "e cosa mi consiglierebbe?" "cambierei reparto....mi aspetti nel camerino...le porterò i vestiti direttamente li, cosi potrà provarli" sorrisi e accettai la sua proposta. Andai nel camerino in attesa di cosa avesse scelto quel tipo. Arrivò e mi passò gli abiti nel camerino. Per un attimo rimasi impietrito. Poi dissi "sicuro?" "si, sono certo che le staranno molto bene!" Erano abiti molto belli ma da donna! Accettai di partecipare a quel gioco e al suo corteggiamento. Tolsi i miei vestiti e mi infilai ciò che mi aveva porttato quel signore. Quell'abitino stava decisamente bene sul mio corpicino. Poi mi portò delle scarpe...delle calze e infine un paio di mutandine femminili. "quelle le indosso già" gli dissi e gli ripassai le mutandine. Lui mi fece un sorrisone e disse "l'avrei detto..." Beh...ero decisamente molto bell......a! Lui mi guardò e disse "incantevole........quanti anni hai?" "venti", risposi. "sono sicuro che vuoi tenerteli addosso....camminare con quelli" e aggiunse "vieni a casa mia....te li compro io. Non preoccuparti" Non aspettò nemmeno la mia risposta. Chiamò una commessa e disse "la signorina vorrebbe comprare glia abiti che indossa...se le diamo i cartellini può tenerli indossati. Giusto?" "certamente" rispose in modo molto professionale la commessa. Si avvicinò e staccò i cartellini "le sta tutto meravigliosamente" aggiunse. Pagò....e salimmo su una lussuosa macchina. Caspita, ero uscita dal negozio e salita in auto vestita da donna, ero in pubblico vestita da donna! Mi tremavano le gambe, ero imbarazzata e forse un po' spaventata. Ma quel signore mi aveva ormai conquistata! Accese la radio, e mentre guidava disse "hai un fidanzato?" "no...nessuno"Ormai sapevo che non potevo più tornare indietro, scendere dall'auto...quell'uomo era ormai certo dopo avermi pagato i vestiti che io lo avessi assecondato. Era logico! "ti piace vestirti da donna e sei molto femminile. Ti piacciono i ragazzi "credo di si.." Risposi "Credi? indossi mutandine da donna, usi profumo da donna, sei depilata. Ho notato che hai anche le unghie dei piedi colorate.....secondo me hai bisogno di un uomo che ti faccia vivere completamente la tua esperienza di donna" MI guardò aspettando la mia risposta "forse...." Non sapevo cosa dire "io sono dell'idea che una bella ragazza come te ha bisogno di un uomo che la faccia sentire donna fino in fondo......hai già scopato?" E aggiunse "intendo se lo hai già preso" "no, mai con nessuno." Appoggiò la sua mano sulla mia coscia. "beh, a vent'anni credo sia giusto provare ad andare a letto con un uomo e trovarti qualcuno che si prenda cura di te....che ti scopi per bene". Mi guardò, aspettando la mia risposta. Non sapevo cosa rispondere e cosi dissi "manca molto a casa sua" "no tesoro.....non manca molto alla tua prima volta" VENTI MINUTI DOPO Le luci erano soffuse avendo abbassato le finestre. Ero nel suo letto sdriata e stavamo per ora limonando e toccandoci a vicenda. Con un dito mi stava praticamente "masturbando il culo". A quel punto entrambi ci spogliammo e lui si avvicinò e mi sussurrò nell'orecchio "tesoro, saluta la tua verginità...è inevitabile che tu lo prenda in culo, sei troppo frocia per resistere. Quindi, se è vero che è la prima volta prendi un bel respiro......allarga le chiappe e pensa a quanto sei donna mentre ti fai inculare" Mi fece un po' male, ma come disse lui: non potevo resistere era inevitabile. Con lui provai tutto...ogni limite fu passato.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!