BOY PER CASO - ultima parte

Le ho offerto un terzo bicchiere di grappa e ne ho bevuto un'altro anch'io, ho preso i preservativi, l'ho accompagnata in camera da letto ed ho acceso il lettore CD con la canzone "Baciami ancora", quella del film. Le ho accarezzato il seno e le lunghe gambe e mi sono avvicinato per baciarla in bocca. Ancora una volta Dorina mi ha bloccato: - No no, not kiss into mouth , please... Certo che le straniere sono strane, gli lecchi la figa, ti fanno un pompino, e poi rifiutano un bacio in bocca... mah! Mancavano solo 20 minuti allo scadere. Per fortuna, il mio uccello era tornato in tiro e sembrava desideroso di entrare in quella passera misteriosa e senza peli. Le ho dato il preservativo già aperto ma non utilizzato e l'ho invitata ad infilarmelo. - What kind of penetration do you prefer? - As you like too... Faccio io? Perfetto! L'ho messa alla pecorina e le ho allargato le chiappe con le mani, infilandole diverse volte due dita prima in vagina e poi in culo per ungerlo bene. Mentre già mugolava, disse: - If do you fuck me in bottom, there are 30 euro in plus... - Don't warry, I will make you a big discount... Forse non aveva capito bene, ma il tempo scarseggiava ed io dovevo finire il mio lavoro. Gliel'ho infilato nel culo lentamente, con attenzione. Quando è entrato tutto, ho chiuso gli occhi ed ho spinto piano, per gradi, sempre più forte. Dorina alzava la testa e gemeva di piacere. Ha raggiunto in pochi minuti un altro rumorosissimo orgasmo ed io ho proseguito per altri 10 minuti immaginando di inculare un bagnino di Grado per controllare l'eiaculazione. Dopo altri due orgasmi suoi, ho abbandonanto l'immagine del bagnino, ho aperto gli occhi e le ho sborrato in culo, ammirando la bellezza di quel giovane corpo e ripetendomi: "Ma come fa una superfiga così a fare sesso a pagamento?". Time out. Si è sfilata l'uccello ed ha tamponato il colo che gocciolava con una mano. E' andata in bagno, si è fatta un bidet, una doccia ed è uscita sorridendo, bella come una Venere. Io ero ancora sul letto, nudo come un verme. - Thank you Andrea, it was beautiful, but now I must go home... - Many thanks to you Dorina, you are a sexy bomb and a special girl. I hope meet you again... Lei si è rivestita con calma, ha preso la borsa ed i preservativi rimasti e mi ha guardato in silenzio per 20 secondi accendendosi una sigaretta. Poi, con calma, ha detto: - Andrea... it's time to pay... Incantato dalla sua bellezza, mi sono risveglato come dopo un sogno, mi sono alzato e le ho sorriso. - Money is not important for me, total amount may be 180 euro, but if you give me 100 and promise to return as soon as possible, I'm the happy man in the wordl... Il viso di Dorina è cambiato improvvisamente, mi ha afferrato e mi ha spento la sigaretta su un braccio. - Ahiaaa! Oooh, are you crazy? - Listen to me, young italian joke. YOU MUST PAY ME, NOT ME PAY YOU... IS IT CLEAR? - But my advise says "sex on payment"... I am a boy, a gigolò... Ha riso fragorosamente e mi ha dato una borsettata sulla testa. - This was a misunderstanding... I'm an escort and you are a client. As boy or gigolò you are ridiculous! Give me money and fuck yourself! Mi ha dato altre due borsettate sulle palle. Allora, temendo il peggio, le ho consegnato 180 euro e lei se ne è andata ridendo. Cazzo... è dura la vita dei boys!!! THE END

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!