• Pubblicata il:
  • Autore: Emilio
  • Pubblicata il:
  • Autore: Emilio

Com'è iniziato Parte 3

I giorni che seguirono furono molto intriganti. Fra me e mia moglie si era creata una buona intesa e tenevamo sempre in tiro il nostro amico M….., nel senso che gli davamo corda e gli lasciavamo credere di arrivare ad esaudire le sue aspirazioni per poi invece con varie ragioni lasciarlo a secco. Tutto questo ci eccitava moltissimo, mia moglie in primis, ed era anche divertente. M….. si è infatti rivelato una persona colta , spiritosa e molto educata ma nello stesso tempo caparbio quasi al limite dell’insistenza. Pranzavamo allo stesso tavolo, in spiaggia si era piazzato con la complicità del bagnino a fianco del nostro ombrellone, e spesso nelle passeggiate serali lo incrociavamo e si passava il resto della serata assieme a prendere un gelato od a bere qualcosa nel piano bar. Non si preoccupava molto della mia presenza e non perdeva l’occasione di avvicinare mia moglie cingendole la vita o sistemandogli i cappelli. Lei accettava e anzi mi confidò che gli piaceva tanto da provare eccitazione.
Venne la fine delle ferie, e per l’ultima serata prima del rinnovo della clientela, l’ albergatore organizza una piccola festa corredata da uno spettacolo di giocolieri e magia, musica ed animazione. Io al pomeriggio avevo partecipato alla partita di calcio(me la cavo molto bene) fra villeggianti e locali e per l’occasione avevo inventato la scusa di una storta al ginocchio lasciando così strada libera a M….. che non perse un ballo con mia moglie. Alla fine della festa siamo andati tutti in spiaggia a fare l’ultimo bagno di mezzanotte ed io invece sulla spiaggia a tenere gli accappatoi. Quando sono usciti dall’acqua mia moglie mi ha detto dell’intraprendenza di M…. e di essere molto eccitata dalle avances di M….. Rientrando in albergo presi una decisione ed avvicinatomi a M…. gli dissi di tenersi pronto ed alla mia telefonata di venire in camera ns. che avrei lasciato le chiavi nella toppa della serratura. In camera appena mia moglie entrò in doccia, feci uno squillo a M… che arrivato nella ns. camera si accomodò nudo sul letto. Quando lei finì la doccia io entrai in bagno, dimostrandomi eccitato della serata e la bendai dicendole che dovevamo scopare fingendo che io fossi M….. Lei acconsentì così la condussi vicino al letto cominciando a baciarle le tette e ad accarezzarla nelle zone più intime ecc. finchè la condussi vicino al letto e gli dissi di venire lei sopra. M….. non aspettava altro ed una volta che mia moglie le fu sopra comincio a palparla con insistenza ed a succhiarle i capezzoli. Mia moglie(come sua abitudine) raggiunse velocemente l’orgasmo e continuava a galoppare finchè io, che stavo per scoppiare a quella vista, saltai sul letto e le puntai il cazzo sul culo e baciandole il collo e le orecchie le dissi di essere stupenda e sexy e slacciandole la benda di aver esaudito il suo desiderio di scoparsi M…… Caduta la benda, alla vista di M….. che ansimava sotto i suoi movimenti, mia moglie raggiunse con un rantolo incredibile un secondo orgasmo e poi presa a sandwic anche un terzo.
Durante il viaggio di rientro abbiamo parlato a lungo di quelle due settimane piene di trasgressioni ed alla fine scoprimmo che non solo non avevano minato il ns. rapporto ma anzi l’avevano rafforzato, e mia moglie mi dichiarò che alle prossime vacanze si sarebbe impegnata lei per farmi provare le stesse emozioni che l’hanno accompagnata per tutto il periodo.
E continuiamo tuttora con questi giochi.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!