• Pubblicata il:
  • Autore: Claudio
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: Claudio
  • Categoria: Racconti etero

Cuoca a domicilio....

Ciao a tutti sono Claudio, un ragazzo di città di trent'anni, un giorno parlando con un'amica decidiamo di fare una cena trasgressiva da me... le regole erano abbastanza semplici, essendo una ragazza doveva cucinare lei ma le condizioni erano che doveva farlo in sexy lingerie....
Quella sera si era presentata con un completino niente male tutto in pelle, ma io gli avevo preparato un vestitino in pizzo, corto, autoreggenti e scarpe col tacco; mentre facevamo aperitivo ero già arrapato, vedere quelle gambe accavallate mi istigavano troppo e mentre decidiamo cosa cucinare mi appoggia la mano sulla coscia, a quel punto avevo il cazzo che stava per esplodere e dl nulla abbiamo iniziato a baciarci!!!
Era passata mezzora ed eravamo già ai preliminari, lei mezza nuda con la mia testa in mezzo alle sue cosce, diciamo che come inizio non era male ma dovevamo ancora iniziare a cucinare; dopo un piccolo sfogo ci stacchiamo e io le allungo il vestitino che avevo preparato per l'occasione, lei si va a cambiare e quando esce dalla camera ....... più la guardavo e più pensavo che non saremmo neanche arrivati al primo!!!
La mia amica vestita in quel modo era troppo sexy, una bomba di passione pronta per esplodere; una volta calmato la invito ad andare in cucina per iniziare, ma appena la vedo li .... con quel vestitino, in tacchi, autoreggenti e sapendo che in quel momento non aveva le mutandine stavo impazzendo, mi sono avvicinato e baciandogli il collo ho iniziato a massaggiarla mentre col mio cazzo duro mi strofinavo sul suo culetto.
Sembrava una dea, quel bel fisico magro, quelle cosce chilometriche e quell' odore di donna che emanava era come una droga per me... erta come avere un vasetto di cioccolata li davanti e non poterla toccare, pochi secondi ed ero in ginocchio dietro di lei a leccarle la patata, lei stava godendo come una matta ma nonostante tutto non mollava, era ligia alla cucina, visto che riusciva a rimanere concentrata mi sono alzato e tirandomi giù i pantaloni ho iniziato a scoparla da dietro mentre lei era appoggiata al top della cucina, eravamo troppo presi tanto che dopo poco si è girata, mia ha preso per i capelli e mia ha portato sul divano ......
Morale della serata non siamo mai arrivati al primo .....

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!