• Pubblicata il:
  • Autore: BELL'UCCELLO
  • Categoria: Racconti bisex
  • Pubblicata il:
  • Autore: BELL'UCCELLO
  • Categoria: Racconti bisex

DOTT. PAOLINO CERCA BOY - parte 1

DOTT. PAOLINO CERCA BOY - parte 1 Faccio il boy bisessuale da 4 anni, soprattutto a Roma e dintorni ed ho diversi clienti fissi di genere maschile. Uno di questi è un consulente del Ministero della Salute che, manco a farlo apposta, si occupa del monitoraggio di prostituzione e devianze sessuali. Ogni volta che vado a casa sua, ad aprirmi è la moglie, una fica orrenda di circa 50/60 anni. Non hanno figli naturali (a lui non ho mai visto il cazzo duro, neanche mentre lo inculo! Impotenza? Troppo ciofèca lei? Boh...), però hanno adottato due bambini di colore che, magicamente, quando arrivo io, sono sempre dai nonni. La moglie mi consegna una busta, mi accompagna fino alla loro camera da letto e poi scompare. Il dott. Paolino mi aspetta seduto davanti al tavolino del computer. Indossa accappatoio, occhiali e ciabatte, ma sotto è nudo come un verme. Dopo quattro anni di pompini e inculate, mi dà ancora del "lei". - Buonasera doc, sempre al lavoro eh? - Buonasera caro Jimmy. No, niente lavoro, sto osservando le forme più comuni di cazzo, suddivise per etnìa e posizione geografica... - Interessante... Mi spoglio e mi avvicino a lui sventolando il mio bell'uccello a lato del computer. Naturalmente è ancora moscio, ci vuole molta concentrazione per scoparsi il dott. Paolino. - Qual è il menù di stasera? C'è qualche piatto nuovo? Lui spegne il PC e, compiaciuto, mi guarda l'uccello. - Eeeh caro Jimmy, beato lei che è giovane e ben fatto. La natura non è stata generosa con me, ma in compenso mi ha donato un bel cervello. Per stasera, questo cervello birichino, ha pensato ad una piccola variante. Come credo abbia notato da tempo, mia moglie ci spia attraverso la pornostar del computer che io fingo sempre di spegnere del tutto e giro per caso verso il letto. Lei ci vede col Tablet portatile dal bagno del piano terra e si masturba come una quindicenne. Strana donna poverina, ma cosa vuole che faccia? Va bene che ognuno di noi ha le sue debolezze, ma mia moglie esagera! Ho pensato: "Ah, è lei che che esagera. Tu invece fai i pompini e lo prendi in culo, però non esageri. Sei proprio il re degli ipocriti!" Il dott. Paolino si toglie l'accappatoio esibendo il suo corpo grasso e flaccido, e mi prende il membro in bocca dopo avermi baciato e leccato un po' i coglioni. Chiudo gli occhi, penso alla contessa della vecchia aristocrazia romana che mi succhiava l'uccello la sera prima e l'organo risponde con una discreta erezione. CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!