• Pubblicata il:
  • Autore: JENNY B.
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: JENNY B.
  • Categoria: Racconti orge

I GEMELLI PORCELLI - secondo tempo

I GEMELLI PORCELLI - secondo tempo

A questo punto, anche Raf1 si toglie i boxer e mi strofina il cazzo sulla minigonna, Raf2 mi toglie il giubbottino di pelle nera con borchie, il reggitette di pizzo, e mi lecca i capezzoli. Poi mi appoggia il cazzo sullae labbra e mi scopa in bocca.
Io mi eccito e mi tocco, insieme mi sollevano e mi adagiano sul letto, poi Raf1 sfila le mie mutandine e mi lecca la vulva finchè non riesce ad aprire le grandi labbra e le piccole solo con la pressione della lingua.
A questo punto, interviene Raf2 che dedica la sua lingua al mio deretano e mi unge penetrandomi con due dita cosparse di Vagisil o altro lubrificante.
Non ditelo in giro, ma devo ammettere che, durante questa fase, godo anch'io. Ma so che il bello (o il brutto) arriva subito dopo.
Raf1 si mette sotto di me e mi infila l'uccello in figa, mi pompa un po' e si ferrma. Raf2 si unge il cazzo e mi incula con prudenza. Io mi sento "piena" e loro due cominciano a pompare insieme. Alcune volte riescono a mantenere lo stesso ritmo, ma altre sembrano due imbranati, non spingono mai all'unisono. uno va giù e l'altro va su, insomma un vero e proprio disastro!
La doppia penetrazione non è un esercizio facile, ci si può anche far male!
In questi casi, tutti e tre sentiamo dolore. Magari un cazzo esce, lo rimetto dentro, ma loro perdono del tutto il controllo dei movimenti.
L'ultima volta che è successo, ho detto ai gemelli porcelli: "Stop alla doppia penetrazione. Mi dispiace, ma non voglio più rischiare io e non dovete più rischiare voi."
Erano disperati, mi hanno supplicato di trovare un modo per rimediare e hanno messo un altro super-extra sul comodino. Avrei potuto rifiutare, però la mia etica professionale ha avuto il sopravvento. Dovevo trovare una soluzione, non per il vantaggio economico, ma per la mia reputazione di escort di lusso. (Quando scrivo delle cazzate, le scrivo proprio esagerando!)
Ho cercato un rimedio facile ed efficace e, grazie agli amici di Piccole Trasgressioni, l'ho trovato. Non dico che sia adatto a tutti, ma nel nostro caso ha funzionato. Si tratta semplicemente di ascoltare una musica col ritmo giusto mentre si tromba. Tutti e tre i protagonisti, se hanno un minimo di orecchio e di cervello, sincronizzano il su e giù in base alla musica e tutto viene meglio.
Finora, il ritmo più efficace l'ho trovato con un vecchio brano dance di Jimmy Bo Horne, intitolato "Gimme some" (1977). Link: https://www.youtube.com/watch?v=8STyiPCDrUI.
Provatelo e scrivetemi un commento. Ciao.
Jenny B.
FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!