I monsoni dell'India

Ciao a tutti, mi chiamo Enrico e quello che vi stò per raccontare è realmente accaduto.

Alcuni anni fa mi trovavo obbligato a restare chiuso nella mia bella camera d'albergo a Mumbai a causa del più forte monsone mai visto negli ultimi venti anni in India che aveva causato allagamenti e quindi blocco totale della città.
Per passare il tempo mi son messo a navigare in siti per incontri in Italia e per gioco a cercare coppie che volessero fare incontri con un single (anche se sposato); di queste coppie non è che ce ne fossero molte, ma fortunatamente, il mio lavoro mi permetteva allora come ora di muovermi parecchio specialmente nel nord e centro Italia, quindi qualche possibilità in più si era presentata.
Ho iniziato a contattare qualche coppia spiegando con lealtà chi ero, cosa cercassi e che avevo una grande passione per i massaggi, la cui tecnica l'avevo appresa facendo un corso.

Dopo un giorno, ho ricevuto una risposta da una coppia che risiedeva tra Padove e Venezia, zone che frequentavo spesso per lavoro, ci siamo scambiati un po' di messaggi sempre attraverso la chat del sito fino a che lui mi ha dato il suo numero di telefono e la richiesta di chiamarlo dopo il mio rientro in Italia.
Devo ammettere che non mi sembrava vero, anche perchè avevo ricevuto alcune loro foto alla mia mail e devo dire che erano davvero una bella coppia, lei mora con un gran bel fisico con indosso della biancheria intima molto sexy e lui un bel fisico anche se ci eravamo chiariti da subito sulle nostre tendenze erano etero.

Al mio rientro in Italia ci siamo scambiati qualche SMS e poi ci siamo sentiti per telefono, lui mi ha fatto un po' il punto della loro situazione con più dettagli ed io della mia, alla fine ci siamo accordati per una cena nel ristorante dell'albergo dove io avevo prenotato ad Abano Terme, un incontro senza nulla di sicuro, come si usa fare per la prima volta, se fosse scattata la volontà reciproca di andare oltre lo avremmo capito durante la cena.

Fin da subito c'è stata una bella simpatia reciproca, e le cose hanno preso una piega decisamente favorevole per un dopo cena interessante, io nella speranza che le cose andassero per il verso giusto avevo preparato la camera con candele e una bottiglia di bollicine nel frigorifero, pronta per festeggiare il nostro primo incontro che ovviamente c'è stato.

Dopo la cena siamo saliti in camera sfruttando l'ascensore che dal ristorante saliva ai piani superiori, senza essere quindi notati dalla reception e appena entrati in camera ho visto che anno apprezzato molto il dettaglio delle candele che sono state accese e anno creato una luce bellissima che mai ci sarebbe stata con l'illuminazione della stanza.
Lei mi si è avvicinata e mi ha sussurrato che le sarebbe tanto piaciuto un massaggio, a quel punto prontamente le ho detto che sarebbe stato necessario che si spogliasse perchè io usavo dell'olio di mandorla per fare i massaggi e non avrei mai voluto sporcarle i vestiti e l'intimo.
Senza nessun problema mi ha chiesto di spogliarla mentre il marito si è seduto per assistere alla scena, lentamente l'ho spogliata e il suo fisico mi è apparso ancor più bello e sensuale di quanto avevo visto in foto, con i seni contenuti da un reggiseno in pizzo nero con un tanga dello stesso tipo, una vera bellezza.
Ho deciso di non sfilarle subito l'intimo perchè volevo godermela così per un po', quindi dopo averla fatta sdraiare sul letto ho iniziato a massaggiarle dapprima le gambe e poi la schiena mettendola in posizione prona, le sue cosce e il sedere erano belli tonici, con una bella pelle liscia e morbida e mentre le massaggiavo le gambe per facilitarmi il massaggio interno cosce ha allargato le gambe mettendo in mostra parzialmente la sua figa ben depilata ma con in mezzo il tanga, uno sballo!!!
Poi mi sono dedicato al suo bel sedere e roteando le mani facendo pressione vedevo la sua rosellina anale aprirsi e chiudersi mentre dalla sua bocca uscivano i primi evidenti gemiti di piacere, il marito scrutava e si gustava questa bella scena che si stava svolgendo in un modo molto sensuale e al tempo stesso intrigante per tutti noi.
Dopo averle slacciato il reggiseno le ho massaggiato la schiena e i fianchi che evidentemente erano il suo punto più sensibile da quanto il suo respiro si era fatto più intenso e le ho chiesto di girarsi e lei, togliendosi il reggiseno mi ha mostrato due seni bellissimi, con due capezzoli scuri, piccoli ma ritti, circondati da areole altrettanto piccole ma turgide anch'esse dall'eccitazione.
L'ho rimirata ancora tutta e a quel punto non rimaneva che sfilarle il tanga che nascondeva parzialmente le sue labbra già gonfie e impreziosite da un ciuffetto di peli scuri al vertice, una visione davvero bella e diventata ancor più bella quando le ho cosparso il corpo con l'olio, tutto era perfetto.
Un bel massaggio ai seni che si gonfiavano visibilmente e un invito evidente a scendere in quanto aveva spalancato scenamente le cosce piegando le gambe e mettendo i piedi in contrapposizione fra loro.
Il marito che fino a quel punto era stato "tranquillamente seduto" si è sollevato, tolto la camicia e sfilato i pantaloni e slip contemporaneamente , mettendo in mostra un uccello molto in tiro che ha portato vicino al viso della moglie.
A quel punto il massaggio era evidentemente arrivato al capolinea, mi sono spogliato anch'io e mi sono messo fra le gambe di lei per gustarmi dapprima il suo profumo e poi il suo sapore delizioso agro e poi sempre più dolce e mieloso.
Lei diceva al marito che stava davvero bene, che le stavo dando sensazioni bellissime finchè non si è messa in bocca il cazzo del marito spompinandolo e ingoiandolo quasi completamente mentre lui con un cenno mi faceva capire che era pronta per essere scopata.
Senza alcun indugio ho inziato e strofinarle la cappella del mio cazzo fra le labbra vaginali che ormai erano ben lubrificate dai suoi liquidi e dalla mia saliva e senza alcuno sforzo l'ho infilato fino alla radice, lentamente ma tutto in una volta.
Lei ha avuto un sussulto inarcando la schiena e poi continuando a spompinare il marito ha iniziato a produrre dei rantoli di piacere sempre più forti finchè, cosa magica siamo venuti tutti e tre quasi simultanemante , il marito nella sua bocca, io sul suo ventre e lei con fremiti violenti.

Esausti ma felicissimi per come era stato il nostro primo incontro ci siamo rilassati per alcuni minuti tutti e tre distesi sul letto, poi dopo esserci ripuliti abbiamo fatto un brindisi al nostro incontro e ci siamo ripromessi di rivederci, cosa che è regolarmente avvenuta per alcune volte, poi ci siamo persi di vista per vicissitudini varie, ma ogni tanto ci si sente e chissà che non ci si riveda presto.

Nel frattempo da quella volta ho avuto la fortuna d'incontrare nuove coppie e donne singole o di coppia, ed ogni incontro è sempre iniziato con un bellissimo massaggio.

Se riceverò qualche commento non è detto che racconterò qualche altra avventura realmente accaduta.




Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!