IL PORNO ATTORE - primo tempo

IL PORNO ATTORE - primo tempo

L'ho conosciuto in palestra. Aveva sui 35 anni e sembrava un body-builder. Nello spogliatoio passava molto tempo davanti allo specchio per verificare la tonicità dei suoi muscoli e della sua faccia, che sfoggiava una dentatura perfetta. Ero curioso di conoscerlo e mi sono presentato. Lui è stato molto cortese, mi ha offerto una bibita energetica e ci siamo seduti a parlare. Senza nessuna inibizione, mi ha subito detto che faceva l'attore porno.
- Faccio questo lavoro da 15 anni, prima come spogliarellista e boy, poi come attore. Oltre alla capacità di avere erezioni ripetute e prolungate, col passare degli anni, diventa sempre più difficile mantenere un fisico perfetto. Contano anche la bellezza, il saper recitare e, ovviamente, le dimensioni del pene.
Ha aperto l'accappatoio e mi ha mostrato il biscione.
- Mortacci... ma è tutto tuo? Sai, io faccio il cameraman a Cinecittà, però non ho mai girato film porno...
- Non preoccuparti, la maggior parte degli spettatori si eccita e vorrebbe fare ciò che facciamo noi. Ma resta delusa perchè non siamo persone normali, siamo delle sex machine ben pagate per interpretare performances e perversioni che, nella realtà, sono piuttosto rare.
- Meno male! Se mia moglie pretendesse un cazzo così, mi avrebbe già mollato da un pezzo...
- Ma lo stesso vale per i mariti! Se pretendessero di scopare con le tettone e i culi perfetti delle super-fighe porno, le avrebbero già mollate da un pezzo e nessuno farebbe più dei figli...
- Già, i figli, tu ne hai?
- Sì, uno di dieci anni, si chiama Roberto, lo vedo due giorni a settimana e per le vacanze perchè vive con sua madre. Lei ha resistito qualche anno e poi ha chiesto il divorzio. E' duro avere delle relazioni stabili nel nostro mestiere. Vedi, la gente ci invidia perchè scopiamo continuamente e guadagnamo un sacco di soldi ma, alla fine, molti di noi soffrono di solitudine. Mi piacerebbe parlare ancora, ma adesso devo andare, giriamo qualche scena proprio qui vicino. Hey, a proposito, ti piacerebbe assistere alle riprese?
- Magari!
Dieci minuti e duecento metri dopo, siamo arrivati in un grande studio noleggiato dalla produzione.
- Salve Phil, questo è un mio amico, vuole solo assistere alle riprese...
- Ok, ok, ma sbrigati che stiamo per cominciare. YYYYYYYY è già pronta......
Mentre ci fermavamo fuori dal set e lui si spogliava, ho chiesto:
- Chi è la ragazza Non ne ho idea. So solo che ha presentato i certificati medici per le malattie veneree e che questo è il suo primo film.
Phil, il regista, ha detto a xxxxx di entrare. Indossava soltanto una maschera che gli bloccava la bocca e delle larghe cinghie di cuoio attraverso il torace. Ha camminato verso la stanza di tortura arredata in stile gotico.
Il regista ha gridato:
- Azione!
E subito è entrata la ragazza, scortata da un altro tipo di colore vestito da soldato medievale che la teneva con una catena al collo.
yyyyyyy era magra, di pelle bianchissima, con due tette enormi e un culo che sembrava disegnato da Caravaggio. Il suo viso era nascosto da bende che coprivano gli occhi e la bocca, per il resto era completamente nuda, con un tatuaggio a forma di aquila sul pube, perfettamente rasato.

CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!