• Pubblicata il:
  • Autore: Piero Segafredo
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: Piero Segafredo
  • Categoria: Racconti etero

IL PRIMO POMPINO NON SI SCORDA MAI

Era il lontano 1996 andai in vacanza in compagnia di un carissimo amico con le nostre amate moto 125 a frosinone... Non avevo molta esperienza col sesso, avevo avuto le mie storie ma roba da ragazzi qualche bnacio, a volte con la lingua, mi era successo di farlo un paio di volte ma con mie coetanee, ma non mi era mai capitato di farmi fare un bel pompino da una donna con esperienza.... Eravamo in giro per la città io e il mio amico per conoscere meglio questa meravigliosa città per poi vedere posti dove andare alla sera a divertirci!!! Siamo rimasti li in vacanza per sette giorni quando l'ultima sera decidemmo di trovare delle donne per farci fare il tanto desiderato pompino e dopo tanto girare decidemmo di risolvere facendolo dietro compenso... Lungo una via buia di periferie trovammo due stupende donne di colore disposte ad esaudire i nostri desideri trasgressivi, quindi ci misimo d'accordo e le seguimmo li vicino lungo un canale a cinque metri di distanza l'uno dall'altro iniziammo a vivere il nostro sogno ad occhi aperti.... Eravamo vicinissimi, io vedevo il mio amico e lui vedeva me, la situazione non era delle migliori, noi due eravamo in piedi e queste due meravigliose donne in ginocchio davanti a noi, l'eccitazione era molta e i nostri piselli erano duri come marmo dall'eccitazione, era stupendo.... quelle bocche calde che con tanto amore davano sfogo a tutti i nosti desideri più trasgressivi, sembrava di essere in paradiso fino a che il mio sguado incrociò quello del mio amico e mi scese tutto.... Mi sentivo troppo in soggezzione, non riuscivo più a tenere la situazione sotto controllo, il mio pisello perdeva la sua fierezza secondo dopo secondo, in più come se non bastasse la tipa che era con me iniziò a lamentarsi e a chiedermi se c'erano dei problemi o se io avevo dei problemi, il mio amico intanto aveva finito e mentre si allacciava i pantaloni si prendeva gioco di me con battutine stupide.... Da una meravigliosa serata si stava trasformando in una catastrofe totale e come se non bastasse la donna che prima era dal mio compare stava venendo da me per vedere che cosa stava accadendo, io nel mentre volevo sprovondare fino al centro della terra dalla vergogna, era una situazione troppo strana, si diedero il cambio e io mi trovai con una sotto che cercava di rialzare il morale del mio pisello ormai morto e una che asciugava la mia fronte dal sudore che scendeva un po per il caldo visto la stagione ma sopratutto per la vergogna!!!! Morale? Non riuscii a concludere, l'unica cosa positiva è che me lo feci succhiare per almeno dieci minuti prima da una poui dalll'alltra....

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!