• Pubblicata il:
  • Autore: DOTT. MAURO
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: DOTT. MAURO
  • Categoria: Racconti etero

IL PUNTO "L" MASCHILE - seconda parte

3) STIMOLAZIONE ANALE
E' possibile sollecitare il punto L anche attraverso la stimolazione anale. Ecco perchè i gay possono raggiungere l'orgasmo attraverso la penetrazione anale ed anche perché tanti uomini apprezzano essere penetrati con un dito durante il coito.
Ricordo che pure l'ipotesi della capacità della prostata di percepire il piacere è tutt'altro che tramontata e che, probabilmente, l'unione delle delle due pratiche è la più efficace per un orgasmo maschile veramente profondo.

L'ORGASMO DEL PUNTO L
L'orgasmo, sia negli uomini che nelle donne è a tutt'oggi un fenomeno poco conosciuto dal punto di vista scientifico.
Per il maschio, si può dire che esistono quattro tipi di piacere:

1 - una semplice carezza, un bacio oppure un contatto genitale, diventano particolarmente forti se viene toccato in modo appropriato il glande. Tuttavia questa sensazione spesso non viene percepita e la si sente soltanto se c'è una buona partecipazione emotiva e si riesce a lasciarsi andare.
2 - prima dell'eiaculazione il piacere cresce, diventa acuto. Solitamente si arriva ad un punto di non ritorno in cui si capisce che scatta qualcosa di inarrestabile, come se si fosse aperto il rubinetto che tratteneva lo sperma. Questo è causato da un'eccessiva contrazione involontaria del muscoli tra il pube e l'ano. Si avvertono alcune rapide scariche di piacere, dalle quattro alle cinque/sette, che durano pochi secondi.
Solo raramente si arriva all'eiaculazione senza quel momento di non ritorno. In questi casi le scariche di piacere possono essere più intense e più profonde.
3 - Infatti si possono associare sensazioni piacevoli di brividi oppure ondate di calore non localizzati nella zona genitale ma diffuse in tutto il corpo.
4 - Quando si riesce a stimolare il punto L con un sufficiente coinvolgimento emotivo, si sperimenta un orgasmo che arriva lentamente, per gradi, senza scatti e con la fluidità di un respiro. Le scariche di piacere sono meno acute ma più forti, più calde, più profonde e soprattutto più lunghe.

FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!