Io e il ragazzo 2

Come mi ero proposta dissi tutto a mio marito alla sera a letto , si eccitò molto del racconto ed io pure , mentre raccontavo rivivevo tutto , lui se ne accorse e me la leccò a lungo mi penetrò con foga e mi venne in bocca ,e gli chiesi , e mi faccio scopare ? si si puttana basta che poi tu me lo dica , e mi girò e me lo mise nel culo , io essendo molto eccitata non desideravo altro , mi scopò con foga e poi mi rigirò e mi venne in figa , ci addormentammo , la mattina dopo facemmo colazione tutti e tre e poi disse, vado torno a mezzogiorno , strizzandomi l'occhio ,mi eccitai , io indossavo una gonna ampia e abbastanza corta , mi sedetti per leggere un settimanale , il ragazzo si sedette davanti a me , capii che cercava di sbirciare tra la gonna , apri un po' le gambe , lui si eccitò molto aveva un grosso gonfiore nei pantaloni , mi disse zia apri un po' di più le gambe , rimase incantato , si sedette accanto a me , allora gli misi una mano su una gamba , lui fece altrettanto , cominciò a toccarmi dappertutto , mi tirò fuori le tette , me le stropicciò e me le succhiò a lungo , una sua mano mi toccava le mutande , già bagnate dalla libidine che mi assaliva , gli piaceva masturbarmi , io urlavo di piacere , mi strappò tutto e io rimasi nuda , la sua bocca si appiccicò come una ventosa alla figa la sua lingua era sul clitoride , mi faceva impazzire avevo una voglia pazza , volevo "farmelo" ma volevo farlo non subito , mi fece di tutto mi mise anche due dita nel culo e due in figa , poi si denudò, il suo cazzo , come vi ho già detto era enorme , me l'ho mise in bocca ma facevo fatica a fagli un pompino ,era veramente grosso , questo particolare mi aumentò la voglia di farmi trapanare da lui , ma memore che gli avevo detto , "di scopare non se ne parla , non osava fare il passo , ora però ero io che lo volevo in figa , mi misi a gambe larghe sul divano e lui mi fu sopra , mi strofinò il suo cazzo sulla mia figa , gli dissi scopami , e con dolcezza cercò di penetrarmi , ma la mia voglia era tanta fui io a spingermi contro il suo cazzo , cominciò a stantuffarmi , lo stringevo a me con passione , aumentò il ritmo , anch'io mi dimenavo e urlavo , mai avevo fatto una scopata cosi , pregavo che durasse a lungo ,mi sborrò in figa , ma andò avanti a scoparmi ,durò a lungo , poi mi sborrò una seconda volta , io ero spossata , lui prese il suo sperma dalla mia figa e con due dita me lo mise tutto in bocca , io lo ingoiai , e poi i rivestimmo , zia mi disse domani ancora ? ok dissi , ma dopo un'ora mentre stavo preparando da mangiare sentii il suo cazzo contro il mio culo , mi disse scherzavo , lui si ma io e la mia figa no......

Vota la storia:




10/12/2016 15:15

Alessia

CHE TRISTEZZA STO RACCONTO! PATETICA FRUSTRATA!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!