• Pubblicata il:
  • Autore: TIKI TAKA
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: TIKI TAKA
  • Categoria: Racconti etero

JE T'AIME... MOI NON PLUS - 3^ parte - Capraia (LI)

- Scusami Max, è stato... è stato bellissimo...
- Non devi scusarti, mi piace vederti godere, mi piace farti sentire una donna
Monia s'è data subito da fare, s'è chinata sul mio pene ed ha iniziato a succhiarlo e leccarlo con sapienza, mentre i gabbiani svolazzavano sopra di noi come per assistere ad un film porno. Appena è diventato duro, s'è appoggiata a pecorina contro il fianco della barca, mettendo una gamba sopra la sponda per farsi penetrare più in fretta e più a fondo.
Lei s'è divertita parecchio (o almeno così è sembrato. Con le escort è difficile capire se godono davvero oppure no), e del resto io, come tutti gli ultra cinquantenni, ero piuttosto resistente. L'ho pompata fino a quando non ho sparato una dose massiccia di sperma nella sua vagina sempre profumata ed accogliente. Poi s'è girata verso di me e m'ha offerto la fregna che colava da leccare. Conosceva bene i miei gusti.
Alla fine, siamo andati in cabina per una doccia veloce ed abbiamo dormito per un po', completamente nudi, sui due letti della stanza climatizzata. Io mi son svegliato per primo ed ho risalito la scaletta.
Il sole si stava preparando ad affondare nel mare. Mi son seduto sulla plancia di comando e Monia è arrivata poco dopo, m'ha baciato senza parlare, s'è accovacciata, ha leccato la mia fava flaccida e, quando è diventata rigida, m'ha cavalcato inserendola in vagina. Lentamente, su e giù, giù e su, facendomi gustare ogni millimetro della sua fregna.
M'ha scopato prima piano e poi con frenesia. Ho afferrato i suoi fianchi con le mani e mi son lasciato guidare in una galoppata breve ma intensa. Come sempre, volevo godere il più possibile di lei, forse l'amavo, ma dopotutto lei era una escort ed aveva 20 anni meno di me. Una relazione stabile non avrebbe mai funzionato.
Un ultimo raggio di sole ha brillato sull'acqua. Un mio ultimo e potente colpo di reni è affondato nella sua fregna calda ed accogliente, spargendo milioni e milioni di spermatozoi senza futuro, costretti ad inseguire un sogno che non si sarebbe mai realizzato. Monia ovviamente prendeva la pillola e non sarebbe mai stata mia, completamente mia...
Sono un allenatore di calcio, ho più di 50 anni e sono ricco, eppure non ho una moglie, una fidanzata, dei figli... e son costretto a fare l'amore con le escort.

FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!