LA MEDITAZIONE ORGASMICA

LA MEDITAZIONE ORGASMICA All'inizio ero piuttosto imbarazzata. Spogliarsi dalla pancia in giù e mettersi su un materassino per terra, a gambe aperte, con il mio partner Piero e l'istruttore Valerio (un tipo vecchio e sbudènfio mai visto prima) che mi scrutavano e mi toccavano la vagina, non è stato molto eccitante. Mentre Valerio ripeteva di rilassarmi e di non guardare, ha indossato due guanti in lattice e ha cominciato a cipollàrmi. Spiegava a Piero i movimenti più idonei per aprire la vulva, le labbra, e massaggiare delicatamente il clitoride e il punto G. Intanto peò era lui a "fare" e, quando ha detto che l'esercizio doveva durare 15 minuti, non di meno ma non di più, ero sul punto di mandarlo affanculo. Tuttavia ero stata io a insistere per provare la "meditazione orgasmica", questa tecnica che doveva mettere in maggiore armonia sessuale i partner. Non potevo tirarmi indietro. Mi era stata raccomandata dal mio ginecologo (che è gay e dalla mia amica del cuore, che aveva "rispolverato" l'ex marito tanto odiato, dopo che per due anni nessuno se l'era più scopata. Allora ho chiuso gli occhi e mi sono concentrata, aiutata dal fatto che in quel momento toccava a Piero masturbarmi. Ha messo i guanti e ha ripetuto i movimenti dell'istruttore con pazienza e attenzione. Dopo qualche minuto, ho sentito come una ondata di calore che, pian piano, dalla vagina mi arrivava al cervello. Era molto piacevole e, sempre lentamente, si è trasformata in una sequenza di orgasmi vibranti che non avevo mai provato prima. Poi, su suggerimento dell'istruttore, Piero si è fermato e mi ha lasciato rilassare. Se non fossero scaduti i fatidici 15 minuti, mi sarei addormentata come un bebè. Dopo aver pagato e salutato, quando siamo saliti in macchina, Piero mi ha fatto notare che aveva l'uccello duro. Dopotutto, per un quarto d'ora, lui aveva masturbato e fatto godere me rimanendo a bocca asciutta. Così ha abbassato il sedile, ha tirato giù pantaloni e mutande, e si è sdraiato col cazzo per aria., Sul momento, ho pensato: "Gli faccio un pompino? ... Nooo! La meditazione orgasmica doveva essere una par condicio". Perciò ho guardato l'orologio e gli ho fatto una super-sega da Champions League, cercando di copiare la lentezza ed i movimenti che lui aveva fatto a me. Con le dovute differnze, ho cercato di prolungarla per 15 minuti ma, verso i 5 minuti, Piero ha eiaculato con schizzi che sono arrivati al finestrino, poi mi ha guardato e ha detto: "Sai, forse avevi ragione. Questa "meditazione orgasmica" funziona davvero..." Comunque, visto che 15 diviso 5 fa 3, la partita è finita 3 a 0 per me!

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!