La mia ragazza interessa ai miei amici

Ciao a tutti, questo è il mio primo racconto e vi voglio parlare di una cosa interessante che mi è capitata.
Mi chiamo Michele e ho 22 anni, fisico atletico ma non di quelli palestrati, sono fidanzato da un po' di anni con una ragazza di nome Jessika che ne ha 19, Jessika è una bella ragazza alta 169 capelli mossi castani e occhi marroni, porta una terza abbondante di seno e più giù si possono notare due belle gambe e un bel culetto invitante che attira diversi sguardi.
Alla sua festa di compleanno che fece a casa (quel week end i suoi genitori erano fuori) erano invitati molti nostri amici e amiche e nel durante notai che 2 di loro in particolare se la mangiavano con gli occhi, ma chi non l'avrebbe fatto (indossava un vestito abbastanza corto e molto scollato dove le sue tette erano messe ancor più in evidenza da un reggiseno push-up che le faceva sembrare ancora più grosse), ad un certo punto questi due amici che chiamerò A. e G. la chiamarono (io non ero molto distante da loro e potevo sentire), la mia ragazza andò da loro e le chiesero che numero di scarpe portava, la mia ragazza rispose che portava il 37. G allora esultò dicendo di avere vinto la scommessa ma A. disse che ne aveva vinta solo una delle due e la mia ragazza incuriosita chiese quale era l'altra, A. non voleva dirgliela ma dopo le insistenze di Jessika le disse che avevano scommesso sulla sua taglia di reggiseno, lei allora gli chiese che taglia pensavano portasse; A. disse una terza e G. una quarta, Jessika disse che aveva vinto A. ma i furbi le chiesero come facevano ad avere la conferma che portava veramente una terza e non un'altra taglia, Jessika ingenuamente gli diede ragione e pensò a un modo di dimostrarlo ma non le venne in mente nulla. A. scherzando propose di fargliele vedere e la mia ragazza con loro e mio stupore rispose che in effetti era l'unico modo e gli disse che con una scusa sarebbero rimasti dopo la festa così gli altri invitati sarebbero andati via e lei poteva dimostrare la taglia) incredibilmente mi prese una grande eccitazione e senza dire nulla pensai ad un modo di assistere alla cosa).
Quando era il momento di andare via A. e G. dissero che sarebbero rimasti ad aiutarla a riordinare (io prima di andare via nascosi la telecamera della mia ragazza nella sua stanza perchè ero sicuro che sarebbero andati lì), la mia ragazza allora quando chiuse la porta li portò nella sua stanza e fortunatamente l'inquadratura della videocamera era perfetta, A. e G. si vedevano che non stavano nella pelle per l'attesa, la mia ragazza si portò le mani dietro la schiena e tirò giù la lampo per poi abbassarsi il vestito fino all'ombelico rimanendo in reggiseno, i due si guardarono senza dire niente e continuavano ad osservare la scena eccitante. La mia ragazza si slacciò il reggiseno e sgusciarono fuori quelle tette fantastiche...erano belle sode e allo stesso tempo morbidissime al tatto, A. e G. rimasero a bocca aperta e dopo un attimo per riprendersi cominciarono a farle molti complimenti per le sue tette, Jessika sorridendo li ringraziava e tutti e due in coro le chiesero se le potevano toccare, la mia ragazza ci pensò un attimo e poi gli disse di sì per essere stati così gentili, A. e G. senza pensarci due volte si avvicinarono e presero una tetta ciascuno, cominciarono a palparle e strizzarle mentre la mia ragazza li guardava e li lasciava fare. La mia ragazza dopo qualche minuto gli disse che mentre loro toccavano lei si sarebbe guardata la tv, quindi si mise seduta sul letto con loro due ai suoi lati e accese la tv. Li lasciò toccare per almeno una mezz'ora poi gli disse che si era fatto tardi e aveva un po' di sonno, loro allora cominciarono a ringraziarla e le fecero ancora molti complimenti sul fatto che aveva delle tette fantastiche, lei sorrise e dopo essersi rivestita li accompagnò alla porta salutandoli. Dopo pochi minuti bussai io alla porta e dopo essere entrato le dissi che avevo visto tutto, che mi era piaciuto da morire e non mi sarebbe dispiaciuto se questo tipo di scena fosse capitata di nuovo, Jessika mi chiese se dicessi la verità e poi mi sorrise.

Vota la storia:




28/02/2015 01:51

bip

Certo che hai degli amici abbastanza rimbambiti , oppure il tuo racconto te lo sei sognato , dai mezz'ora sul letto a palpargli le tette e nessuno dei due che gli infila una mano in mezzo alle gambe per palpare almeno un po' la passera , molto strana la cosa

24/02/2015 18:33

SIGNOR FISSATETTE

Presentami Jessika che non vedo l'ora di sborrargli su quelle belle tettone! Poi mentre tu comodo di seghi sul divano io faccio le peggio cose con lei! Ti piacerebbe è.. vederla con un altro cazzo in bocca.. Poi magari chiavata a dovere in figa e per ultimo inculata da un bel cazzone davanti a te mentre ti insulta dandoti del cornutone..

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!