La mistress hostess parte 2

Divenne cosi la mia occupazione in ogni minuto libero, ovvero a terra, di cui potevo disporre. Per i primi tempi Cinzia mi diede da seguire alcuni dei tanti schivetti che l'assillavano, come battesimo del fuoco. In poco tempo la voce si sparse, da spalla di Cinzia resi grande a mio modo la mia fama , col nome di Domina Berenix.
Usavo molto i social ed ogni canale che potesse farmi conoscere. Cinzia andava ancora col passaparola ed i suoi sottoposti chiedevano quasi solo prestazioni in volo al limite del legale oppure per una notte intera a terra. Io per ottimizzare i primi tempi grazie ad internet mi sono costruita nome e fama grazie anche alle recensioni ed ai suggerimenti di chi umiliavo o maltrattavo ad altri schiavi.
Passai da non considerare quasi il telefono che avevo dal poco che suonava ad avere tre telefoni dual sim.
Mi specializzai molto sull'umiliazione di ogni genere umano maschile e per i giochi di ruolo da far fare. Non trattavo con le donne anche se ricevevo moltissime richieste, ma molto spesso avevo per le mani uomini poco dotati a cui praticavo ogni tipo di umiliazione sotto loro richiesta come alla stregua di fenomeni da baraccone quasi.
Cercavo di rimanere sempre sul tipo di fetish girl se potevo, la dominazione spinta non la facevo a tutti anche perchè devi conoscere molto bene chi hai sotto i ferri. Shoeplay, sputi, schiaffi, calci ed insulti quelli senza quasi chiedere a momenti ma per tutto il resto non lo facevo mai la prima o prime volte. Erano i business man , gl'imprenditori in giacca e cravatta che chiedevano subito il massimo , fra penetrazioni e giochi al limite del dannunziano.
Anche perchè non siamo escort o sciaquette , valiamo più di tutti e non siamo per tutti. Inoltre quando acquisisci molte tecniche ed esperienze il tuo tempo è per pochi. Devo dire grazie anche alla moda dei vari film delle sfumature, all'inizio molti clienti erano curiosi o novellini ma scremati quelli rimanevano solo i clienti migliori e selezionati, come macchine di lusso. Si conoscono anche persone importanti : direttori di banca , direttori d'orchestra, manager aziendali ecc ecc. Tutti quasi rigorosamente italiani mentre stranieri erano sempre dei facoltosi fra londra o new york. L'età oscillava fra i 35 ed i 55 anni, molti anche di bell'aspetto che volevano in me una mistress in nero latex in stile film porno.
Ma cone me non si fa mai sesso, nel modo più assoluto. Io sono il tuo pensiero fisso quotidiano oppure il tuo sfogo di mezz'ora, come per il mio abitudinario schiavo Pier che m'aspettava sempre a terra in albergo per umiliarlo quanto basta ma anche per farlo praticare la sua passione segreta: essere un cane di latex lucente, la cosa che più lo manda fuori di testa. L'equilibrio psicologico si concentrava in pochi minuti ma durante i giorni che non lo vedevo lo tormentavo con immagini di cani che s'accoppiavano, in continuazione. Quando atterravo lui mi mandava già un sms con la location in cui si trovava , già con una camera attrezzata di tutto punto dove bastava solo cambiarsi per iniziare il tormento.
Prima si partiva con l'umiliazione verbale ed in parte fisica, poi lo facevo indossare il suo cosplay di latex ed abbaiare e gemere come il cane ch'era e meritava d'essere.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!