• Pubblicata il:
  • Autore: PAPA' COGLIONE
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: PAPA' COGLIONE
  • Categoria: Racconti etero

LA NUOVA PORNOSTAR - parte seconda

LA NUOVA pornostar - parte seconda

Sono andati su uno dei letti. Lei si è messa a gambe aperte sopra la faccia di Diego che le leccava la fica, mentre Andrea ha preso il vassoio con gli spinaci al burro, lo ha mescolato con due dita e le ha infilate delicatamente, prima una e poi tutte e due, nel'ano della cameriera, ungendolo con sapienza.
Con gli occhi incollati davanti al PC, eravamo eccitati pure noi. Giorgio mi fa:
- Sai che ti dico? Invece di guardare e basta, perchè non facciamo venire due escort di lusso? Anzi no, due belle brasiliane travestite?
Ho risposto:
- Io preferirei due trans con tre più tre chili di tette... dài, basta con le cazzate! Capisco che ti sei appena separato, ma io non ho mai tradito mia moglie e non comincerò certo stasera. Accontentiamoci del video porno e delle birre...
Giorgio ha scolato un'altra birra e si è calmato, intanto il video porno stava arrivando al culmine e tutto faceva pensare ad una imminente scopata-inculata in contemporanea.
Lei già ansimava e gemeva per il piacere, ma ha dovuto spompinare i due cazzi un altro po' finchè, anche grazie alle pilloline che iniziavano a fare effetto, si sono induriti per bene.
Diego è rimasto sotto e gliel'ha messo in fica, Andrea gliel'ha messo nel culo da dietro, fino in fondo e senza problemi. Chissà quanti uccelli aveva già ingoiato quel culone delizioso.
Durante la doppia penetrazione, la telecamera inquadrava il sedere e la vagina mentre la montavano. Ad un certo punto, ha zoommato un primo piano di profilo e, sulla chiappa destra di lei, si è visto chiaramente un tatuaggio con una data precisa.
Io lo conoscevo bene. Era un tatuaggio piuttosto insolito, rappresentava la bilancia delle Legge e la data era il 12 aprile 2014, quella della laurea in giurisprudenza della mia unica figlia!!!
Aveva concluso l'università a 28 anni, in ritardo e con un voto non brillante. Diceva di essersi laureata per culo e per questo se l'era fatto tatuare proprio lì! Sognava di fare l'attrice e viveva a Roma da 2 anni con un'amica. Ogni mese, io e mia moglie le mandavamo un po' di soldi, e lei ci aveva convinto che, per sbarcare il lunario, faceva proprio la........ cameriera!!!
Mentre Giorgio si godeva il finale, io sono scappato in bagno a vomitare. Non gli ho detto niente per non aggiungere la mia disperazione alla sua, ma ho finto di essere stato male per la birra fredda e sono subito tornato a casa.
Erano le 23.15, mia moglie era ancora fuori con le amiche ed io mi arrovellavo il cervello.
- Gielo dico... non glielo dico? E nostra figlia? Devo incazzarmi, dirle che è una puttana pornostar, che non si faccia più vedere? O invece devo andare a Roma, perdonarla e riportarla a casa. E se lei si rifiuta? Ha 28 anni e non posso costringerla...
All'improvviso, è squillato il telefono... era proprio lei...
- Ciao Papi, scusa l'ora, volevo avvisarvi che domani torno a casa per il week end, ci sono problemi?
- Ciao tesoro, nessun problema. Io e la mamma siamo sempre felici di stare con te. Lei adesso è fuori con le vecchie amiche...
- Ok, allora ci vediamo domani. Arrivo in treno alle 17.15, mi vieni a prendere tu?
- Certo, come sempre...
- Buonanotte papi, ti voglio bene...
- Anch'io tesoro, e non sai quanto...
E' stata una notte insonne. Io pensavo a cosa fare, e mia moglie è tornata dopo le due. Era piuttosto alticcia e ho deciso di non dirle niente prima di aver parlato a tu per tu con nostra figlia. Sono rimasto sveglio fino alle quattro del mattino, poi sono crollato e, verso le dieci, mi sono svegliato di soprassalto spaventando anche mia moglie. Ho fatto un sogno, anzi un incubo terribile. Io e lei cacciavamo nostra figlia di casa e non le davamo più un soldo. Così se ne andava sbattendo la porta e, dopo circa un anno, a "Chi l'ha visto", trasmettevano la foto del suo cadavere. Non aveva documenti e chiedevano aiuto ai telespettatori per identificarla!
Ho detto a mia moglie di aver avuto un incubo, senza specificare quale, e che non avrei pranzato perchè ero indisposto. L'ho anche avvisata che alle 16.30 sarei partito per andare a prendere nostra figlia, che arrivava da Roma alla stazione di Orvieto.
Quando è scesa dal treno, l'ho abbracciata ed ho messo il suo trolley nel bagagliaio. Durante il tragitto, mi ha parlato con allegria di Roma e del suo lavoro. Allora ho affrontato subito l'argomento.
- Senti tesoro, tu sei la nostra unica figlia, ti amiamo più di qualunque cosa al mondo e saremo sempre al tuo fianco, nel bene e nel male. Ieri sera sono stato dal mio amico Giorgio. Si è appena separato e, tra un bicchiere e l'altro, si è connesso con un sito porno...
- Ok papà, ho capito. Riportami alla stazione, così torno a Roma...
- Prima ascoltami, mamma non sa niente e io non ti giudico. Ho fiducia in te e so che è difficile trovare il proprio spazio nel mondo del cinema e dello spettacolo. Ti chiedo solo di usare tutte le precauzioni possibili per non ammalarti. Noi siamo i tuoi genitori e ti staremo sempre e comunque vicino. Scusami se parlo dei vecchi, ma Rocco Siffredi, Eva Henger e compagnia bella stanno benissimo, fanno il loro mestiere e guadagnano un sacco di denaro. Perchè loro sì e tu no?
Lei aveva gli occhi lucidi, non si aspettava una reazione del genere.
- Adesso andiamo a casa ed alla mamma non diciamo nulla. Trascorriamo un bel fine sabato/domenica e poi tu farai quello che credi, senza forzature, ok?
- Ok... grazie papà, sei un grande...
Abbiamo passato un giorno in serenità e, domenica sera, lei è tornata a Roma.
Dopo qualche mese di normale routine, è riuscita ad ottenere la sua prima parte seria come vice-protagonista. Il film ha avuto molto successo e la produzione le ha offerto un contratto per altre due fiction. L'ultima volta che è venuta a trovarci, ci ha regalato un assegno di 10mila euro e mi ha rivelato di nascosto che il regista l'ha notata proprio in un video hard. Tutto è pene quel che finisce pene!

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!