• Pubblicata il:
  • Autore: Diana
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: Diana
  • Categoria: Racconti orge

La storia continua

Io ed Elena arriviamo puntuali all'appuntamento, abbiamo riso e scherzato per tutto il viaggio da Milano, questa sera di ballo non se ne parla neanche, l'altra volta è stata la scusa per l'approccio, stavolta non ce n'è bisogno, all'ingresso del parcheggio del locale troviamo Carlo che ci invita a lasciare la macchina e a salire sul suo camper, penso che l'abbiano cambiato perchè questo è più grande dell'altro ma lui ci spiega che questo è il suo, l'altro era di Tony, quando saliamo veniamo avvolte da un ambiente lussuoso, che non mi aspettavo, specchi dappertutto, un divanetto in pelle bianca, tutto molto bello.
Carlo parte e dopo un po' di giri entriamo in un campeggio, vedo altri camper, delle roulotte e delle casette in legno, siamo in collina, tanto verde e tanti alberi intorno, Carlo parcheggia in una piazzuola di fianco ad un altro camper che riconosco essere quello di Tony, lui infatti ne esce quando arriviamo.
Ci salutiamo tutti con un bacio e poi Carlo, mentre siamo seduti armeggia prima con uno stereo e poi, regolato il volume della musica prende da bere, partiamo subito con lo champagne, mamma mia come mi piace.
cominciamo tutti a baciarci e a toccarci seduti sul divano, Carlo mi libera subito il seno cominciando a stuzzicare con la lingua e la bocca i miei capezzoli, io gli accarezzo "dall'esterno" il suo membro, la mia mano, con l'unica barriera della stoffa dei suoi pantaloni, tocca quella sbarra di carne che a breve mi darà piacere, intanto vedo che Elena è in piedi appoggiata al tavolo mentre Tony, da dietro, le sfila le mutandine e poi vedo prende una specie di siringa e con quella la penetra nel culetto, penso sia del è lubrificante, toccherà  anche a me?, ho già  avuto esperienze di sesso anale, qualcuna, è stato doloroso ma anche molto piacevole, anche perchè mi sono resa conto che anche se penetrata di dietro, riesco ad avere l'orgasmo anche senza masturbarmi durante il rapporto; comunque, mentre io e Carlo continuiamo il nostro "approccio" Tony incula Elena che si tiene strettamente ai bordi del tavolo per contrastare i colpi del suo partner, ecco che anche Carlo mi fa alzare ed appoggiare al tavolo, lui le mutandine me le strappa, poi stessa siringa, il liquido è fresco, poi sento il suo dito infilarsi nel mio buchino e cominciare ad andare avanti e indietro, carlo nell'orecchio mi sussurra qualcosa che non capisco, sono troppo eccitata, ecco che sostituisce il dito con la sua cappella che sento premere prepotente, il mio sfintere cede lentamente lasciando entrare quell'ospite ingombrante, mamma mia è davvero grosso, ho le lacrime agli occhi ma la mia passerina sta colando, quando comincia a muoversi il dolore lentamente si attenua leggermente lasciando il posto al piacere, bastano 5 minuti per il mio primo orgasmo, anche Elena sento urlare, ma il suo cavaliere ha anche le dita affondate nella sua fighetta, il mio pensa solo a "trapanarmi" aiutandosi con le mani sui miei fianchi, ogni tanto mi da una sberla sul sederino, ormai è l'unico dolore che sento quando lo fa, sono avvolta dal piacere.
Carlo esce da me con un "flop" scaricando il suo sperma sula mia schiena, ne sento il calore, allungo una mano dietro di me e mi ci impiastriccio le dita che poi mi porto alla bocca succhiandole, anche Elena ha ricevuto la sua dose di sperma, questa volta i ragazzi non hanno usato il preservativo e Tony le ha sporcato tutto il vestito.
Adesso tutti e quattro ci spogliamo e, a turno andiamo in bagno oltre che per lavarci anche per espletare alcuni bisogni corporali che il tipo di rapporto ci aveva imposto.
poi tutti a letto, beviamo dell'altro champagne e poi i due uomini ci invitano ad accarezzarci e a baciarci, così io ed Elena cominciamo a "lesbicare", come facevo quando ero più giovane con le mie compagne di
liceo, intanto loro ci accarezzano entrambe, il mio sederino, comunque è dolorante adesso, lo dico e Tony prende della crema e, con il dito comincia a spalmarmela nel buchino, Dio che belloooooo.
poi tutti e due si inginocchiano vicino a noi e porgono alle nostre bocche i loro cazzi da leccare ci mettiamo tutto il nostro impegno, anche perchè il premio è ricevere quei tronchi di carne dentro di noi.
ma la storia è ancora lunga.

Vota la storia:




24/08/2015 23:39

valerya

Oddio,bruttissimo.. Sai che questo è esser violentata? Dovevi segnalare immediatamente la cosa al villaggio cosi lo cacciavano subito! E poi una bella denuncia!

15/08/2015 22:07

Camillo 2

DEPONGO ANCHE QUI, una lapide a perenne ricordo ai CULA : "TUTTI I CULATTONI CHE SI VANTANO DI ESSERLO, dai più celebri agli sconosciuti. Fanno SCHIFO a miliardi di persone.- Parola di Camillo 2 che BATTE - FORTE - SEMPRE

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!