La storia in più parte 2

Quindi son convinto che il gruppo di galline sappia già ogni dettaglio, come quella volta che l'andai a prendere dopo una serata devasto ed una di queste mi saluto venendomi incontro come "Luca cazzo grosso". Non che faccia piacere , tutt'altro , però è alquanto ingiusto aver fatto sapere indirettamente a delle ragazze come l'hai senza che fossero li per provarlo dato che me le sarei fatte tutte ma non ho mai avuto il piacere. Posto ciò non stavo pensando a loro , ero orientato più su qualche collega o sarebbe stato niente male una sconosciuta. Mi stavo abbastanza caricando con tutti queste supposizioni quando una sera Clara rientra a casa con una delle galline per cena , Rossella. Grazie a lei io e Clara stiamo insieme poichè ci fece conoscere durante i nostri rispettivi tempi di scorribande sessuali in qua e la. Con lei non ho mai combinato niente poichè non c'è proprio mai stato il tempo materiale dato che poco dopo averla conosciuta mi presentò subito Clara e dopo ci siamo sempre visti e frequentati come amici quindi non l'avevo mai vista sotto l'ottica orizzontale anche se da quanto m'han sempre detto , oltre che da parte sua era una "discreta" maiala per non dire aperta a tutto ed in ogni buco. Sapete la famosa frase che si dice sempre:" quella s'è fatta mezza XXX?" , ecco lei anche praticamente. Le piace proprio il cazzo, che ve devo dì. Dopo aver cenato davanti ad un amaro Clara lancia il carico raccontando tutta la vicenda a Rossella, col mio ed il suo stupore. Perchè intanto è appena tornata single da pochi giorni e non lo sapevo ed inoltre mi citano una serata durante un particolare momento d'ebbrezza l'era uscita una dichiarazione spinta nei miei confronti sapendo del mio cazzo e di come lo uso che avrebbe gioito molto dall'esser presa da un vero uomo che sa cosa vuole dire darci dentro ed amare una donna Superato il momento d'imbarazzo Clara non ha dubbi, per quel momento ci dovrebbe esser Rossella a scopare con me. Ci guardiamo un attimo io e lei come a cercare il tacito consenso l'uno nel viso dell'altro e sorridiamo dandoci un bacio per siglare la cosa. Siamo tutti molto elettrici per questa cosa ed io mi sto lasciando andare sulla questione fare l'amore con altre donne mentre sei fidanzato. Che poi è sesso viscerale, non è fare l'amore con Clara ma avrà un valore aggiunto in più con Rossella. Anche se fisicamente è l'opposto della mia signora ha comunque una corporatura magra e molto minuta, alta un metro e cinquantacinque così da esser presa e girata come niente. Non ha molto seno per non dire niente , però compensa molto col culo ed il viso promette cose molto interessanti. Come da copione c'accordiamo per il week end prossimo prenotando una stanza in un agriturismo, e durante la settimana sia io che le ragazze siamo stati ad un sexy shop per comprare ogni genere di articolo per fare tutto alla grande. Abbiamo fatto richiedere che nella stanza del albergo ci fosse una grande poltrona ad isola, così che Clara si fosse messa di fronte al letto dove saremmo stati io e Rossella. Non sapevo cos'avessero preso le ragazze ma io avevo comprato delle corse di vari spessori e materiali, palline anali, ball gag, gel stimolanti ed il vibratore che Rossella avrebbe usato per dilettarsi mentre si godeva lo show. Era un dildo super high tech con una porzione a diverse velocità e con testa programmabile per eseguire certi preset di movimenti mentre un altro pezzo poteva esser staccato ed inserito come plug wireless sia nella figa che nel culo, con tanto di telecomando o di app da smartphone, davvero non male.
Giunto finalmente il sabato ci recammo presso l'albergo a XXX nel primo pomeriggio per goderci un pò la spa che avevano al piano terra. La stanza era bellissima, talmente grande che nessuno dei tre era abituato. Erano due doppie con bagno personale attaccate da una piccola saletta con salotto e giga divano con frigobar, che spettacolo. Al pomeriggio eravamo a crogiolarci nell'idromassaggio, sembravo il patron di Playboy con due conigliette una per ogni lato. Timidezza o altro l'avevamo lasciata a casa, grazie ad un paio di bottiglie di prosecco eravamo belli che brilli e pronti a tutto. Nell'acqua calda essendo soli, lingua e mani avevano già esplorato ogni singolo cm di corpo di Carla e Rossella, che facevano a gara a chi avean più mani sul mio pisello.
Saliti in camera decidemmo di metterci nella nostra camera , portammo tutto il materiale preso al sexy shop e iniziammo ad allestire. Le ragazze erano in bagno a cambiarsi e rinfrescarsi, le avevo dato alcuni olii essenziali ed unguenti super stimolanti che dai versi sembrava stessero funzionando. Da qualche verso sciocco da ragazza divennero gemiti, alchè m'avvicinai alla porta del bagno chiedendo d'assistere allo spettacolo da quello che stavo sentendo.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!