• Pubblicata il:
  • Autore: MIRCO CASANOVA
  • Categoria: Racconti mature
  • Pubblicata il:
  • Autore: MIRCO CASANOVA
  • Categoria: Racconti mature

LE ANZIANE SCOPANO MEGLIO – 3^ puntata – Ascoli Piceno

E brava Evelina! Vaselina, burro... chissà cosa nascondeva in camera sua... un bel vibratore?
Scherzando, ho detto:
- Senti ragazza, non vorrei che tu rimanessi incinta. Prendi la pillola o usiamo i preservativi?
- Non pigliarmi in giro, giovanotto. Piuttosto dài un'occhiata alla merce qui sotto...
Senza alcun pudore, ha improvvisato uno spogliarello vintage, canticchiando “Romagna mia”. Ha tolto le ciabatte e, sculettando, si è levata piano piano la gonna di lana e i collant. Ovviamente, i fianchi, il culo e le gambe mostravano i rotolini, la cellulite e qualche venuzza varicosa, ma nel complesso era ancora una discreta manza e il mio uccello sembrava gradire. Inoltre, una volta eliminate le mutandone elastiche rinforzate, ha sfoderato una piacevolissima e larga figa, attentamente depilata e rosea. Si è spalmata da sola un tot di vaselina, ha afferrato il cazzo massaggiandolo un po' e si è accomodata infilandoselo con prudenza. Dopo averlo inghiottito tutto, ha iniziato a muoversi su e giù prima lentamente e poi sempre più in fretta, sporgendo con le mani le mammellone per invitarmi a succhiarle.
- Voglio venire, voglio venire.... aaaaaah.... ummmmmh... scopami Mirco... scopami... non fermarti... è tanto tempo che aspetto... dài bello, dài... ancora.... ancoraaaaa...
Per accellerare il suo orgasmo, con il dito medio della mano destra ho esplorato il buco del culo. Non sembrava avesse le emorroidi gonfie, così l'ho unto un po' con il succo di gnocca e gliel'ho messo in culo roteandolo.
E' stato il momento culminante. Evelina ha perso il controllo e mi ha cavalcato sempre più velocemente, ansimando e gridando frasi incomprensibili in dialetto. Poi si è calmata gemendo piano e sussurrando:
- Ooooh... mmmmh... ooooooh! Che bello... Gra... grazie... Non avere fretta, mi piace sentire il tuo grosso cazzo fino in fondo nella mia vecchia vagina... 
Anch'io sentivo ogni millimetro del mio salsicciotto dentro la sua figa calda e accogliente. Ho proseguito col dito nel culo e ne ho aggiunto un altro. Chissà, forse nel secondo tempo si sarebbe fatta anche inculare.
- Sììììì... così, non fermarti....
Evelina gemeva e si contorceva a ogni spinta, mi chiedeva di continuare a oltranza, mi mordeva e mi graffiava la schiena. Quando ha raggiunto il secondo orgasmo, ho capito che non potevo resistere di più. Ormai volevo soltanto riempirla con la mia sborra, esplodere in profondità. E così è stato.
Il resto ve lo scrivo la prossima volta. Adesso devo andare a un appuntamento galante che si rinnova ogni settimana. E non mi piace fare tardi, specialmente quando la donna in questione ha 77 anni...

FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!