SCAMBISTI: UN NUOVO GIOCO EROTICO - parte I - città Martina Franca (TA)

SCAMBISTI: UN NUOVO GIOCO EROTICO - parte I - città Martina Franca (TA)

Io e mia moglie Loredana abbiamo trascorso l'ultimo capodanno a casa di Sergio e Monica, due amici scambisti di vecchia data, puliti e riservati. Arrivati al loro appartamento, Sergio ci ha offerto un paio di limoncelli abbondanti e ci ha proposto un gioco erotico. Ha messo in un vaso 4 biglietti blu ripiegati con i nostri nomi, e 6 rossi, sempre ripiegati, con le pratiche sessuali più diffuse: penetrazione in vagina da davanti, in vagina da dietro, nell'ano, cunnilictus, fellatio e masturbazione. Eccetto lui, pensavamo tutti e tre all'ennesima burla e abbiamo finto di essere interessati. Dopo aver bevuto e cazzeggiato, in attesa del fatidico cenone di capodanno, Sergio ha messo i 10 bigliettini nel vaso ed ha invitato mia moglie a pescarne 2 blu ed 1 rosso. Potevano essere estratti 2 uomini 2 donne 1 uomo ed 1 donna ma sicuramente quello rosso obbligava i sorteggiati a cimentarsi nel compito erotico davanti agli altri. Va bene che eravamo scambisti, ma di solito ogni coppia stava in camera sua e decideva da sola cosa fare. Io e mia moglie eravamo perplessi, tuttavia, complice il limoncello e la collaudata fiducia tra noi stessi e con gli altri due, c'abbiamo provato.
I primi due estratti, guarda caso, sono stati Sergio e mia moglie. ed il compito da svolgere era la "penetrazione in vagina da dietro".
Detto fatto, lui si è spogliato e lei pure. Si è avvicinato da dietro, mettendo le mani sui fianchi di mia moglie ed accarezzandoli. Si è chinato per baciarle il collo e strofinare il suo cazzo premendolo tra le chiappe.
Lory non disdegnava, anzi! Un po' brilla e desiderosa di fare bella figura, muoveva il culo per eccitarlo di più. Occhio non vede, cuore non duole. Un conto è non vedere, un altro è vedere! Ero un po' nervoso.
Il suo cazzo continuava ad ingrossarsi ed allungarsi, e lui a leccarle il collo. Ha proseguito coi preliminari infilandole un dito su per il culo e (per fare un po' di scena) riagganciandole il reggiseno per poi spingerlo sotto le tette, che così sembravano più alte e sode.
Il corpo di lei stava rispondendo alla grande. I suoi capezzoli erano già diritti, la sua figa era sempre più unta. Con la mano destra, Sergio le toccava il clitoride e poi ha fatto scivolare le dita senza difficoltà fino alla caverna vaginale. Lory ha lanciato un gemito.
Si sono trasferiti in uno dei due divani (due, guarda caso), mentre io e Monica stavamo a guardare come due stronzi. Non riuscivamo a parlare, sorpresi da quello che stavano facendo davanti a noi i nostri coniugi. Sembrava quasi che stessimo facendo il tifo per i loro orgasmi.
In realtà, il sorriso indecente di mia moglie, mi procurava scariche di adrenalina negativa che non sapevo come sfogare. Si è posizionata a pecorina e girava la testa per vedere le nostre reazioni. Quando lo facevamo noi, questa era la sua posizione preferita, ma lei guardava in uno specchio nella nostra camera da letto, e non verso due spettatori imbecilli in casa di un altro. Sorridevo nervosamente fumando una sigaretta, e intanto Sergio si impecorivava Lory davanti a me! Con finta indifferenza, sono andato in cucina ad esplorare la cena già pronta sul tavolo e mi sono sparato 10 fette di salame piccante e mezza bottiglia di Martina Franca bianco.

CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!