• Pubblicata il:
  • Autore: Diana
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: Diana
  • Categoria: Racconti orge

Serata latino americana 2

dopo aver bevuto un'altra flutes di champagne Tony continuava ad accarezzarmi e a baciarmi leggermente, notai che Carlo faceva lo stesso con Elena, in effetti eravamo tutti e quattro molto vicini, il letto era da una piazza e mezza, quindi non feci caso a Carlo che accarezzava la mia coscia invece di quella di Elena o a Elena che con una mano toccava il pene di Tony, fino a quando Carlo cominciò ad accarezzarmi un seno e a baciarmi sul collo, lanciai uno sguardo a Tony ma era impegnato a fare lo stesso con Elena, ok allora, cambio di dama, Elena era perfettamente a suo agio, io un po' rigida ma mi sono sciolta quasi subito, quando la lingua di Carlo comincia a leccarmi la passerina infilandosi tra le mie grandi labbra, lo lascio fare allargando le gambe e prendendogli la testa tra le mani, sono di nuovo bagnata, Carlo solleva la testa, si alza leggermente e poi mi penetra tenendomi per i fianchi, è sopra di me e i suoi colpi sono lunghi e profondi, portati senza fretta, lancio uno sguardo a Elena che si sta facendo scopare alla pecorina da Tony, inginocchiata sul materasso il suo viso è quasi sopra il mio, ci guardiamo poi si china a baciarmi, mamma mia che bacio dolce, le nostre lingue si intrecciano mentre i nostri uomini ci scopano penso che ci stiano guardando eccitandosi ancora di più, urliamo insieme il nostro piacere dopo l'ennesima scarica di affondi ricevuti dai nostri corpi sudati.
siamo soddisfatte e sfatte dagli orgasmi che i nostri "cavalieri" ci hanno procurato, ci abbracciamo sospirando mentre Carlo e Tony si alzano e vanno a fare una doccia.
abbiamo bisogno anche noi di lavarci e rinfrescarci ed al loro ritorno ci alziamo a nostra volta dirette in bagno, devo dire che una semplice operazione come una doccia, in un camper non è poi così semplice, soprattutto se si è in due, comunque ci riusciamo anche se l'ultima parte la facciamo con l'acqua gelata.
i nostri cavalieri si sono alzati e sono seduti vicino al tavolo, beviamo ancora qualcosa, poi ci rivestiamo per tornare a casa, però sabato prossimo ci aspettano ancora, penso che bella storia mi è capitata, sono felice e torno a casa canticchiando sulla macchina di Elena, ormai l'appuntamento è fissato, sabato prossimo ci rivediamo, ma questa è un'altra storia.

Vota la storia:




03/08/2015 15:13

Camillo 2

A nome del Sommo poeta Dante, voglio postare qui la sua opera, adattata per i CULATTONI. Ogni tanto devo rinfrescare la memoria a questo sozzoni . > ---------------------Nel mezzo del cammin della sua vita--IL CULA FEDE,IN UNA SERA OSCURA--Lui che la retta via avea smarrita--SI RITROVO' CON UNA VERGA DURA--Era una verga lunga, aspra e forte--CHE SOL A RIMEMBRARLA FA PAURA--Lui se la prese in cul, a rischio morte--MA PER TRATTAR DI QUESTI LETAMAI--Dirò dei genitor, l'amara sorte--APPENA NAQUE, PASSARONO DEI GUAI--Urla e proteste da tutto il vicinato--DICEAN E' UN MOSTRO, E' BRUTTO ASSAI--Chi è mai costui, ma chi l'ha cagato--CRESCIUTO POI, LO POSSIAM VEDERE--E' un culatton, dal destin tarato--LAVORA E GODE, COL BUCO DEL SEDERE--E s'incazza se dici che è un malato.-------------------------------OPERA OMNIA - Dedicato a fede che è il CULA LEADER dei servizi igienici . Ahahahahah

02/09/2015 12:04

geppo20cm

Bhe devo dire da buon frequantatore di latini che mi manca il locale di Piacenza se mi dici qual'e' ci faccio un salto visto le porcelle che ci sono....

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!