SESSO ANALE? NO, GRAZIE! - città Roma

SESSO ANALE? NO, GRAZIE! - città Roma

Leggo spesso il blog di Piccole Trasgressioni . Sono una cinese nata in Italia 26 anni fa. Sto per laurearmi in medicina e vorrei dire la mia opinione sul sesso anale.
Io rifiuto la penetrazione anale da parte delle persone , per spiegare il perchè, vorrei riprendere alcuni dei semplici concetti espressi dalla d.ssa Silvana De Mari nel corso di una vecchia puntata del programma "La Zanzara" di Radio 24.
Il sesso anale è una sopraffazione, punto. Sia tra etero che tra omosex. Pensate al modo di dire italiano "Ti faccio un culo così”. E' una frase amichevole, positiva? No, è il riferimento a uno squallido atto di violenza e sottomissione, non a caso utilizzato nelle iniziazioni sataniche.
Come fa questa pratica che, come minimo, alla lunga provoca emorroidi, ascessi perianali, ragadi, incontinenza, ad essere considerata un gesto di amore o anche di sesso a pagamento? Anche se io non la esercito, la sodomia fra lesbiche mi spaventa di meno perchè, a parte l'uso sexy toys esagerati, è meno invasiva.
Secondo le statistiche, il sesso anale è rimasto un tabù, eppure sta diventando sempre più diffuso. Nel 1990, solo il 25% dei giovani lo aveva provato. Venti anni dopo, nel 2009, la percentuale era salita al 40-45%.
Uno studio recente afferma che, in assenza di lubrificanti, il 50% delle donne interrompe l’esperienza perché il dolore è troppo intenso. Il 25% prova dolore e disagio ma non ferma il partner, e solo il 25% invece racconta di un'esperienza piacevole ed appagante.
E non sono percentuali molto diverse da quelle sulla sodomia maschile, in cui il 25% degli uomini prova dolore durante la penetrazione.
Per finire, vorrei fare una riflessione scientifica. Ogni cosa che esiste in natura ha un suo perchè. La vagina si è evoluta per essere penetrata, è costituita da mucose molli ed estremamente elastiche, che si espandono con l'eccitazione sessuale permettendo la riproduzione della specie ed il parto.. Lo sfintere anale no, anche se si dilata per espellere le feci ed è piuttosto sensibile al piacere, non ha questo compito e non è altrettanto elastico. Specialmente per noi cinesi, che siamo mediamente più basse di statura ed abbiamo una cavità vaginale generalmente più corta rispetto alle donne occidentali.
Se proprio non si vuole rinunciare al sesso anale, bisogna far uso di lubrificanti testati, chiedendo al proprio medico di base o al farmacista (niente fai da te, come burro, olio per neonati, ecc.). E, in ogni caso, dialogare in modo rilassato col proprio partner e cominciare la penetrazione con parecchia attenzione e lentezza.
Baci a tutti.



Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!