• Pubblicata il:
  • Autore: Sara
  • Pubblicata il:
  • Autore: Sara

Storia di una segretaria.

Ho 34 anni. Single mio malgrado. Dicono sia una donna che non passa inosservata. Segretaria di Direzione. Un'abile capo molto interessante come uomo, F. Una direttrice dal fascino incredibile, tacco 12, sempre, S. Dopo un meeting con clienti m'invitano a cena, lui passa a prendermi, e mi presento tutta a punto ed anche sexy come ritengo siano sempre loro due. Una cena fantastica, qualche allusione sulla vita. A fine cena , F. ci estende un'invito per bere a casa sua. La raggiungo in macchina con lui, una fantastica villa in periferia. S. seguirà con la sua auto. Ci accomodiamo sul divano e senza che posso rendermene conto, merito anche del vino, F. mi stà baciando e con la mano ha già superato le mie autoreggenti a rete. Mi sembra di esplodere di piacere per l'inaspettata sorpresa. Penso che con l'arrivo di S. tutto rientrerà. In un baleno mi ritrovo però in ginocchio con tutto il suo turgido membro in bocca e palesemente mi stò lasciando andare al momento. Sento entrare S, aveva le chiavi. Istintivamente vorrei ricompormi ma F.mi blocca. Dopo circa 10 min sento i tacchi di S.che si avvicinano al salone, sulla porta esclama : bravo F, vedo che non hai perso tempo con la nostra Stefy. Sei il solito porco. Lui forzandomi a mantenerlo in bocca , mi consente di non restare più in ginocchio. Scorgo S. avvicinarsi con un catsuit nero e stivaloni tacco 16 sopra al ginocchio. Inizia a massaggiarmi le natiche, mi sfila la poca gonna che avevo, poi gli slip. Improvvisamente sfonda letteralmente la mia fica con uno strap-on nodoso che indossava ed inizia a scoparmi con ritmo incessante ed incalzante. Appena si accorge che provo piacere mi entra nell'ano, e poi ancora nella fica, mentre la mia bocca è sempre più impegnata su F. Lei mi urla che sono una troia, che lo aveva capito da tempo. Così ha deciso di condividere il cazzo di F con me, ma che resta di sua esclusiva.
Toglie lo strap.on ,apre la cerniera, rasata completamente, si sdraia sul divano, mi strappa via dalla mia lavorazione su F per i capelli e mi costringe a leccarla, spinge, mi urla di tutto, mi guida , una vera fem-domination. Ma F. non aspettava altro, e quel cazzo turgido che avevo lavorato a dovere, me lo ritrovo culo-fica a ripetizione. S. gode con un'urlo sopraffino e urlandomi che sono una cagna da monta, esattamente come loro pensavano. Vengo trascinata sul letto , le loro bocche e le loro mani sono incontenibili. S , nuovamente mi impala, lei sotto, io sopra, il cazzo di F.impegna pochissimo nell'arrivarmi in bocca.
Lei nel culo e lui nella fica , mi fanno esplodere letteralmete di piacere con un urlo prolungato ed acuto. Ma non è finita, si va avanti fin quasi all'alba, strap-on vari di S, vibratori, manette per prendermi meglio secondo i loro piacere, mi vestono da coniglietta e poi da cameriera , vanno avanti a possedermi per ore ed io non avrei mai pensato di reggere tanto. La fine delle ostilità finalmente avviene. Mi dicono di essermi guadagnata un giorno di ferie sul lavoro, ma che essendo domani venerdì, F. mi passerà a prendere per trascorrere il weekend nella sua casa di montagna. S. specifica , "sulla neve le giornate sono corte e le notti lunghe, vieni mentalmente pronta e preparata, sarai la mia schiavetta al servizio di F!!"

Vota la storia:




20/12/2014 23:08

Camillo 2

ni!!!

20/12/2014 22:48

tiger

la trama e il modo di descriverla l ho gia letta da un autrice , che presumo sia la stessa di questa storia , su questo sito un po di tempo fa! Comunque storia di fantasia non di eccellente qualita' ma gradevole!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!