XXX

Durante un viaggio in Toscana , nell' aretino , attraversando i paesini vidi un piccolo sexy shop , mi fermai , entrai ed acquistai un fallo realistico , ben piu' grande del mio cazzo , da usare con mia moglie che inconsapevolmente mi aspettava in auto .
Prima di risalire riusci ad aprire il bagagliaio e mettere il fallo nel mio borsone fu' semplice.
Arrivati a destinazione in tarda serata cenammo con gli amici che ci ospitavano in una meravigliosa dimora nella campagna toscana
dopodiche' ci ritirammo nella parte a noi riservata e dopo una doccia ristoratrice mia moglie si mise su mia richiesta un reggicalze nero molto eccitante e fu' in quel momento che tirai fuori il fallo realistico che mia moglie accolse con non troppo stupore sapendo che prima o poi l'avrei comprato ma non pensava ne esistessero uguali e identici a quelli veri anzi ....
giocammo per un bel po' in tutti i modi per almeno due ore mia moglie che ricordavo nei primi anni di matrimonio come una ragazza abbastanza pudica
scatenata alle prese con due cazzi duri contemporaneamente uno a scoparla nella fica uno dietro a sfondarle il culo e il tutto condito da frasi porche e richieste di insulti tipo troia e puttana e sborrata finale sulla faccia
dopo quella volta praticamente tutte le volte che scopiamo usiamo un fallo realistico che ci permette di fare doppie penetrazioni molto spinte per la gioia di quella porca di mia moglie

Vota la storia:




15/04/2012 03:00

Camillo

Ma perchè sprecare dei soldi così. Non mi potevi chiamare, il mio attrezzo è 22x13 di diametro e credo possa far felice la tua Signora no?

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!