La ragazzina

Ciao, sono Antonio, i miei colleghi mi chiamano Tinto per via della mia predilezione per i culi.
Faccio il fotografo e anche se non sono molto avvenente, devo dire che la mia parte di storie le ho avute e continuo ad averle.
Qualche giorno fa si presenta nel mio studio una ragazzina con la fissa di far vedere al ragazzo che l'aveva lasciata che cosa si era perso. Comincia a raccontarmi la sua storia e nel frattempo mi chiedeva se secondo me era una ragazza desiderabile o meno, io naturalmente per serietà professionale non faccio commenti ma mi limito a farla disporre in pose naturali per cominciare a fotografarla. Pian piano che scattavo mi accorgevo che la ragazzina era come presa da un raptus ed assumeva sempre più pose a dir poco sexy, continuando a chiedere se fosse desiderabile o meno. Quando ha cominciato a sfilrsi i jeans e la maglietta rimanendo in tanga e reggiseno" minuscolo" per la sua taglia, ho capito che era completamente partita e che forse non aveva bisogno solo delle foto. Scattando sempre più da vicino ho potuto notare che il perizona era completamente bagnato del suo desiderio e che i capezzoli svettavano la sua voglia di essere scopata. Col pretesto di farle assumere pose idonee, ho infilato prima la mano nel reggiseno e poi nel perizona ormai completamente fradicio, lei a questo punto mi ha detto " adesso ti faccio vedere che cosa sò fare " , rimanendo seduta sul divano mi ha slacciato la cintura dei calzoni e calato le mutande, vedendo che il mio cazzo non aveva ancora avuto una completa erezione si è data da fare per rimediare mettendoselo in bocca e cominciando a succhiare. Nei suoi modi traspariva poca conoscenza dell'argomento ed allora mi sono dovuto improvvisare maestro, ruolo che non mi dispiaceva vista l'incredibile voglia di imparare della mia allieva. Le ho insegnato come usare la lingua e come tenere in mano il cazzo per evitare di farlo venire subito, le ho spiegato come strofinarlo in mezzo alle tette per una perfetta "spagnola" ho asserito anche che una vera donna si diventa solo dopo aver ingoiato tutto il frutto del pompino e lei è stata felicissima di diventarlo. Dopo un pò mi ha chiesto di metterglielo nel culo, ma ho dovuto rimandare ad un'altro appuntamento per ragioni di orario, e credo che la mia allieva sarà felice la prossima volta di apprendere tutto quello che le spiegherò. P.S. le foto sono uscite benissimo.
Perchè la redazione non ci riserva uno spazio per le nostre foto?
Alla prossima.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!