• Pubblicata il:
  • Autore: ME STESSA
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: ME STESSA
  • Categoria: Racconti orge

MOLLY ERA UNA GRAN FIGA – 3^ parte

Ogni parola era un duro colpo per lei. Il tipo non gli aveva detto cosa intendeva per “stare insieme”, ma ci voleva poco a immaginarlo. Avrebbe dovuto fare sesso con due uomini di cui non sapeva nulla. Il panico l'ha presa di nuovo, si è alzata ma il ragazzo l'ha afferrata . L'altro tizio ha fermato l'automezzo in un sentiero isolato vicino al fiume . Poco dopo, Molly si è ritrovata di schiena al sedile anteriore con le mani, e con le gambe divaricate . I due gli hanno infilato le mutande in bocca. Lei ha provato gusto. - Ti consiglio di stare ferma. Adesso ti taglierò i vestiti e se ti agiti potrei tagliare nel posto sbagliato. Ha detto XXXXX, mostrandole un paio di forbici affilate. Lui ha tagliato prima la giacca e la gonna, poi la camicetta e il reggiseno, lasciandola completamente nuda. Era proprio una gran figa! Molly stava ancora godendo, ma questo lo eccitava ancora di più. YYYYY ha preso una grossa coperta e due cuscini di gomma, le ha passato una mano sulla schiena sollevandola quel tanto che basta per infilarla sotto di lei insieme ai cuscini. Doveva stare comoda, non doveva farsi male mentre assecondava i loro giochi erotici. Le ha preso il culo tra le mani e le ha diviso i glutei, guardando con lussuria la sua figa e il suo ano rosa. Il ragazzo sentiva crescere la sua erezione, le ha allargato le grandi labbra con le dita. Molly era eccitata, ma le dita si muovevano con forza in lei. Lui invece era imperterrito, piegava le dita più in fondo, poi le ritirava e le girava di nuovo e di nuovo. Lentamente, fisiologicamente, la vagina ha cominciato a bagnarsi. A un certo punto, le ha tirate fuori e le ha messe sotto il naso, per respirare ancora la fragranza dei suoi succhi. - Vedi? Forse tu non lo vuoi, ma la tua figa sicuramente lo vuole... CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!