Una serata al cinema parte seconda

usciti dal cinema andammo in un pub li vicino per bere una birra, li incontrammo alcune sue amiche a occhio quasi tutte trans un'oretta decisi di andarmene ero stanco e mi bruciava il culo per quello che era successo nel cinema così salutai la compagnia ma la trans mi prese il braccio e mi trattenne dicendomi vuoi già andartene? dai che la notte è ancora lunga poi le mie amiche( tutte mulatte) ci rimangono male se te ne vai dissi: non mi va di stare a bere preferisco tornare a casa anche se non mi devo alzare presto , aspetta cinque minuti poi andiamo a casa mia se vuoi non ero molto convinto ma dalla presa delle sue mani mi convinsi che era meglio rimanere e in fondo non mi dispiaceva . finalmente poco dopo uscimmo in compagnia di due sue amiche mentre il suo amico rimase nel pub. camminammo alcuni minuti nel centro storico entrò nel portone e salimmo una rampa di scale .vedere quelle cosce lunghe mi eccitava. apri la porta accese una piccola luce di colore viola che creava una penombra poi lei e le sue amiche si spogliarono subito e potei vedere i loro cazzi uno più grosso dell'altro una mi disse ho saputo che come troia non sei male, ora ci fai vedere quello vali. mi spogliai c'era un divano a d'angolo mi misero nel mezzo e si facevono spompinare prima una poi l'altra mentre la terza si segava piano poi mi fecero alzare e mi misero a pecora e quella in piedi punto il suo cazzo enorme contro il mio culo con un colpo secco mi ritrovai quell'arnese tutto in culo non potei nemmeno urlare perchè avevo la bocca piena potete immaginare cosa.sentivo il suo cazzo andare avanti e in dietro e lei che godeva come una pazza e una delle due trans incominciò a farmi un pompino godevo proprio come una troia poi incominciarono a darsi il cambio era una goduria continua e finalmente una dopo l'altra incominciarono a sborrare una mi riempi il culo mi sembrava un clistere non finiva mai e le altre due mi riempirono la bocca poi con un pompino da favola mi fecero sborrare urlai dal piacere poi bevemmo un liquore ci salutammo lei mi chiese il numero di telefono dicendomi io vengo in questa citta una volta al mese se vuoi ci possiamo divertire ancora. fra pochi giorni ritorna già mi sento troia.

Vota la storia:




17/06/2016 12:12

pirun

Un altro gay che si maschera da donna!Che patetico!

16/06/2016 21:16

Luma

Piu che Troia ti definerei un gran ricchione. Non ti mando perche so che ti piace !

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!